L’integrazione di Vitamina D nei pazienti Covid carenti può ridurre i rischiA di ventilazione e morte


Mettendo a confronto i casi di pazienti Covid con carenza di Vitamina D cui è stato somministrato un integratore con altri che non lo hanno ricevuto, un team di ricerca americano guidato da scienziati del Montefiore Health System ha dimostrato che l'integrazione può ridurre il rischio di ventilazione meccanica e morte dopo il ricovero.
Continua a leggere

Autore dell'articolo: Staff