Origine del coronavirus in allevamenti di animali selvatici della Cina: i sospetti dell’OMS


Il dottor Peter Daszak, ecologo specializzato in malattie e membro della delegazione dell'OMS recatasi in Cina per cercare prove dell'origine del coronavirus SARS-CoV-2, in un'intervista ha affermato che sono state trovate nuove prove di scambi commerciali tra allevamenti di animali selvatici della Cina sudorientale e il mercato del pesce di Huanan a Wuhan, dove sono stati registrati i primi casi della "misteriosa polmonite" che ha sconvolto il mondo. Lo scienziato sospetta che gli animali possano essere stati infettati dai pipistrelli e che poi abbiano diffuso il virus all'uomo.
Continua a leggere

Autore dell'articolo: Staff