La pandemia peggiora il dolore cronico: il 70% dei pazienti ha attacchi più intensi e frequenti


Un team di ricerca spagnolo guidato da scienziati dell'Università Oberta della Catalogna (Barcellona) ha dimostrato che a causa della pandemia il 70 percento dei pazienti con dolore cronico è peggiorato, sperimentando attacchi più gravi e frequenti. In molti hanno iniziato ad assumere più farmaci o a riposare più a lungo per combattere il problema.
Continua a leggere

Autore dell'articolo: Staff