Vaccini, infettivologo Gori: ‘Hanno un valore sociale, non solo individuale’

"La vaccinazione ha sicuramente una finalità individuale, che è quella di prevenire la malattia nell'individuo, ma ha soprattutto uno scopo sociale. L'infermiere o il medico che lavorano in corsia si vaccinano non solo per se stessi, ma anche per proteggere i propri pazienti, per non essere veicoli di trasmissione dell'infezione e contribuire al benessere della società nel suo insieme, anche a livello economico". Con questo messaggio Andrea Gori, direttore dell'Unità operativa complessa di Malattie infettive del Policlinico di Milano, professore di Malattie infettive all'università degli Studi del capoluogo lombardo, partecipa alla seconda edizione di 'A\Way Together', il progetto di Janssen - azienda farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson - che vede coinvolte 5 eccellenze dell'infettivologia italiana con l'obiettivo di fare chiarezza sull'importanza che i vaccini hanno rivestito nella storia dell'uomo.

Autore dell'articolo: Staff