I nuovi nanoanticorpi bloccano anche le varianti mutate del coronavirus


Lo indicano i risultati di uno studio pubblicato su Science dai ricercatori del Karolinska Institutet che hanno sviluppato nuovi piccoli anticorpi di combinazione in grado di riconoscere due diversi siti di legame della proteina Spike, dimostrando la loro efficacia nel bloccare l’infezione anche delle varianti del virus.
Continua a leggere

Autore dell'articolo: Staff