Livelli anomali di batteri intestinali possono influenzare la gravità della COVID-19


Mettendo a confronto la composizione dei batteri intestinali presenti nei pazienti ospedalizzati infettati dal coronavirus SARS-CoV-2 con quella di soggetti negativi, un team di ricerca di Hong Kong ha determinato che le caratteristiche del microbiota intestinale possono influenzare la gravità della malattia e il rischio di sviluppare la cosiddetta "Long COVID".
Continua a leggere

Autore dell'articolo: Staff