Le 17 mutazioni della nuova variante inglese del coronavirus


Caratterizzata da una particolare combinazione di mutazioni, la variante B.1.1.7 identificata per la prima volta in Inghilterra presenta cambiamenti con potenziali effetti biologici descritti in precedenza e altri non ancora determinati completamente. Dalle prime osservazioni, potrebbe avere un’aumentata trasmissibilità, dunque essere in grado di diffondersi più velocemente.
Continua a leggere

Autore dell'articolo: Staff