L’intelligenza fa ammalare di meno. Ecco perché

Al Festival della Scienza medica di Bologna, Ian Deary, uno dei padri della cosiddetta epidemiologia cognitiva, racconta le ricerche che stanno rivelando un collegamento tra capacità cognitive, vita più lunga, e minor rischio di contrarre patologie
Canali: Scienza Medica, Emilia-Romagna, Bologna, Ricerca Medica

Autore dell'articolo: Staff