Sette impronte di un gigantesco uccello estinto scoperte per caso in Nuova Zelanda


Un autotrasportatore neozelandese impegnato a rinfrescarsi in una piccola piscina naturale sull'Isola del Sud ha scoperto sette enormi impronte di un moa, un colossale uccello incapace di volare estinto a causa dell'uomo circa 700 anni fa. L'animale poteva raggiungere i 3,6 metri di altezza per circa 240 kg di peso.
Continua a leggere

Autore dell'articolo: Staff