Cancro, italiani creano tecnica rivoluzionaria per “friggerlo” con elettricità e ultrasuoni


Scienziati italiani di diversi istituti hanno messo a punto una tecnica anti-cancro sperimentale basata sul "bombardamento" delle cellule malate con nanoparticelle che rilasciano un campo elettrico. Precise e letali grazie all'attivazione con gli ultrasuoni, si legano solo alle cellule malate e non danneggiano i tessuti sani. I test in vitro promettenti, ma servirà tempo per l'applicazione clinica.
Continua a leggere

Autore dell'articolo: Staff