Musicisti e bilingue? Hanno un cervello più efficiente

I musicisti e le persone bilingue fanno meno fatica a completare un certo compito: un effetto questo che potrebbe proteggere dal declino cognitivo e comunque ritardare l'esordio della demenza. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Annals of...
Canali: Demenza, Ricerca Medica

Autore dell'articolo: Staff